Benvenuto nel comune di PENNE

Dettagli



Indirizzo Piazza Luca da Penne 65017 Penne PE
Provincia Pescara (PE)
Provincia 085 821671

ALTRE INFORMAZIONI E CURIOSITÁ

Popolazione: 14166 abitanti

Nome abitanti: pennesi

Santo Patrono: San Massimo - 7 maggio



DESCRIZIONE E CENNI STORICI

Penne è uno dei centri principali dell’area vestina trasmontana, situata a uguale distanza tra il mare Adriatico e il Gran Sasso. Attraverso la Riserva Naturale “Lago di Penne” è porta di accesso al Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. La riserva fu istituita nel 1987 perché un uccello di passo, la nitticora, scelse questo luogo per nidificare e riprodursi.

Conosciuta come “Città del mattone” perchè ricordata come tale dai viaggiatori dell’Ottocento, che visitando la Città, ebbero modo di ammirare l’uso sapiente del laterizio nella realizzazione degli edifici e della pavimentazione.

Il mattone, corpo e colore della Città, è stato usato con magnificenza nei marcapiani, capitelli, fregi e il suo variegato colore presenta una tavolozza di colori nei paramenti murali.

Nel 2006 le è stata conferita la Medaglia d’argento al merito civile per le sofferenze, le distruzioni e le vittime provocate dall’ultimo conflitto mondiale.

Dal 2012 la Città fa parte del Club dei Borghi più Belli d’Italia.

Città pre-romana, sorge in una zona frequentata dall’uomo già dal Neolitico Medio. Fu antica capitale della popolazione italica dei Vestini. Deve il suo toponimo al termine “pinna” (sommità, altura). La struttura urbana attuale si articola su quattro colli: Colle Sacro, Colle Castello, Colle Romano e Colle Cappuccio.

Penne, durante la Guerra Civile, aveva aderito alla Lega Italica e fu distrutta da Silla.

L’impianto urbanistico attuale è caratterizzato dall’impronta edilizia del periodo medioevale, con strade strette e vicoli che si adattano all’orografia del territorio rendendolo particolarmente pittoresco.

L’imperatore Carlo Magno la proclamò civitas, capoluogo dell’intera area compresa tra i fiumi Vomano e Pescara, ponendola sotto la diretta giurisdizione del Vescovo. Penne fu infatti importante sede vescovile. La sua Diocesi compare con sicurezza nel IX secolo anche se secondo alcuni documenti dovette esistere a partire dal 771 (sarà poi unita alla Diocesi di Atri dal 1252).

Nel corso del Medioevo, a causa delle guerre tra Angioni e Aragonesi, visse una situazione generale di grande conflitto. Dopo la morte della regina Giovanna II, in un ulteriore momento di forte incertezza politica, Penne subì un grosso attacco militare: nel 1436, Iacopo Caldora, con l’appoggio di Aquila ridusse alla fedeltà della regina Isabella, moglie di Renato d’Angiò, le città ribelli tra le quali Penne.

Il 25 settembre 1522 l’imperatore Carlo V concesse ad Alessandro de Medici di Firenze, Penne con titolo di ducato. Alessandro nel 1536 sposò Margherita d’Austria, figlia di Carlo V, la quale, rimasta vedova l’anno successivo, sposò nel 1538 Ottavio Farnese e nel 1539 ebbe in dono dal padre Penne con il titolo di ducato. Penne entrò così a far parte dello “stato” farnesiano d’Abruzzo di cui era la “capitale”.

Lo “stato” passò ai discendenti Farnese fino ad Antonio morto senza eredi nel 1731 e successivamente alla famiglia dei Borbone di Napoli.

Durante la secolare appartenenza al Regno di Napoli fu sede di Distretto. Tale situazione rimase in essere fino al 1837, quando, a causa della sollevazione popolare, Penne fu privata del Distretto rimanendo a capo del Circondario, dipendente da Città Sant’Angelo, nuova sede distrettuale e otto degli insorti vennero fucilati a Teramo. Penne eresse in loro memoria il monumento in Piazza XX settembre.

Il 24 gennaio 1944, subì un bombardamento alleato che danneggiò gravemente la Cattedrale, l’ospedale e distrusse il teatro comunale e altri edifici civili del quartiere del Colle Castello e del rione San Panfilo. A metà degli anni Cinquanta la Cattedrale fu ricostruita nel corpo centrale ripristinando lo stile medioevale.


MONUMENTI E LUOGHI D'INTERESSE

  • Duomo di Penne, dedicato a San Massimo Levita;
  • Chiesa di S. Croce;
  • Chiesa di Santa Chiara;
  • Chiesa di San Ciro;
  • Collegiata di San Giovanni Evangelista;
  • Chiesa di Sant'Antonio di Padova;
  • Chiesa di San Domenico cui è annesso il seicentesco Cappellone del Rosario;
  • Chiesa della SS. Annunziata: di grande rilievo è la facciata, del 1801, definita una delle pagine più belle del barocco abruzzese;
  • Chiesa di San Giovanni Battista;
  • Chiesa di Sant'Agostino;
  • Chiesa di Santa Maria del Carmine;
  • Convento di Santa Maria in Colleromano; di notevole interesse il portale in pietra, la pinacoteca e la biblioteca, dotata di preziosi codici;
  • Convento Natività di Maria Ss.ma situato sul Colle Cappuccio,
  • Porte;
  • Palazzo De Dura; Palazzo Scorpione, già dimora di Margarita d'Austria, Duchessa di Penne; Palazzo Stefanucci; Palazzo del giustiziere; Palazzo Aliprandi;
  • Palazzo di Teseo Castiglione; Cortiletto medioevale, Portici Salconio.
  • Palazzo Ferdinando Castiglione
  • Palazzo del Capitano Regio
  • Palazzo del Bono
  • Palazzo dei Vestini
  • Palazzo De Caesaris con torre merlata
  • Palazzo Gaudiosi
  • Palazzo Trasmondi
  • Palazzo De Sanctis
  • Palazzo Abati
  • Palazzo Vescovile
  • Palazzo Leopardi
  • MUSEI: Museo Archeologico GB Leopardi, Museo di Arte Moderna e Contemporanea, Museo Naturalistico De Leone
  • Riserva Naturale Lago di Penne
  • Porte: Porta Santa Croce o Porta Teramo, Portella o Porta dei Conci, Porta San Francesco, Porta di Ferdinando II o Porta Ringa
  • Fontane: Fontemanente, Fonte di Trifonte, Fonte Nuova, Fonte dell’Acqua Ventina, Fonte San Simone

EVENTI SAGRE E FESTIVITÁ

  • Processione del Venerdì Santo
  • Feste di San Massimo, il 7 maggio
  • Festa di Sant'Antonio di Padova, il 13 giugno, che dà il via alla cosiddetta "Estate Pennese", appuntamento ricco di eventi culturali, sportivi ed eno-gastronomici.
  • "Premio di letteratura Città di Penne - Mosca", già "Premio Penne", un concorso letterario internazionale che dal 1979 si ripropone annualmente

Attività nelle vicinanze

Dove dormire nelle vicinanze

Dove mangiare nelle vicinanze