Benvenuto nel comune di COLLEDARA

Dettagli



Indirizzo Via San Paolo 64042 Colledara
Provincia Teramo (TE)
Provincia 0861 698877

ALTRE INFORMAZIONI E CURIOSITÁ

Popolazione: 2153 abitanti

Nome abitanti: colledaresi

Santo Patrono: Madonna di Costantinopoli – lunedì dopo la Pentecoste



DESCRIZIONE E CENNI STORICI

Il 30 dicembre del 1909, con regio decreto n.493, la sede del Municipio di Castiglione della Valle fu trasferita a Colledara, preferita per la posizione centrale, l'alto numero di abitanti delle sue ville, la presenza dell'ufficio postale, del medico, della farmacia, del notaio e della banca. Ma vi fu una ragione che il consigliere provinciale Tito Candelori riassunse in un suo intervento: « è questa ... una ragione di pura idealità e intellettualità, perché tutti sanno che il nome di Colledara è oggi collegato ad una manifestazione altamente letteraria, ed anche ... aggiungerò che Colledara è patria di Fedele Romani, vanto e decoro del nostro Abruzzo che lo conta fra i suoi figli più cari, dell'aureo scrittore che tanto suggestivamente ha saputo descrivere ed illustrare il paese nativo, dell'educatore insigne che noi auguriamo di vedere ascendere sempre più alto nell'esercizio della sua nobile funzione »

Il romanzo di Fedele Romani, pubblicato nel 1907, aveva suscitato interesse non solo in Abruzzo. Le anticipazioni che, sotto forma di articolo, aveva pubblicato negli anni precedenti, avevano incontrato un notevole successo tanto da rappresentare un vero e proprio "caso letterario". Romani così descrive il borgo: « Colledara è un villaggetto di poche case, posto sopra una delle più verdi e più ridenti colline che allietano la Valle di Monte Corno, o Gran Sasso d'Italia, dal lato che guarda l'Adriatico. … ».

Successivamente, con il regio decreto n.379 del 16 febbraio 1928 n. 60, il Comune cambiò denominazione da Castiglione della Valle a Colledara.

La frazione di Castiglione della Valle, denominata nel medioevo "Castrum Leonis Vallis Sicilianae", fu castello feudale e sede comunale fino al 1909. Vi si trova la chiesa di San Michele Arcangelo con opere attribuite a Andrea De Litio e Pompeo Cesura. Il borgo purtroppo ha subito gravi danni a seguito del sisma del 6 aprile 2009. Nella località di Ornano vi si trova palazzo Petrilli, abitazione di una delle più antiche famiglie della zona. A Ornano Grande si trova la chiesa di San Giorgio. Nella frazione di Villa Petto, che conserva testimonianze di epoca romana, vi si trovano le chiese di San Salvatore (sec. XIV) e di Santa Lucia (sec. XVI).


MONUMENTI E LUOGHI D'INTERESSE

  • chiesa di San Michele Arcangelo;
  • chiesa di San Paolo.

EVENTI SAGRE E FESTIVITÁ

  • Sagra delle Frittelle, durante l’estate

Attività nelle vicinanze

Dove dormire nelle vicinanze