Benvenuto nel comune di CASTELLI

Dettagli



Indirizzo Piazza Roma, 13 64041 Castelli
Provincia Teramo (TE)
Provincia 0861 979142

ALTRE INFORMAZIONI E CURIOSITÁ

Popolazione: 1112 abitanti

Nome abitanti: castellani

Santo Patrono: Sant’Eusanio – 8 maggio



DESCRIZIONE E CENNI STORICI

Fa parte del circuito dei Borghi più belli d'Italia e del territorio del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, costituendone una porta di accesso nella sua parte sud-orientale: salendo per Rigopiano è possibile raggiungere la parte meridionale di Campo Imperatore passando per Vado di Sole (1650 m s.l.m.), in un percorso naturalistico molto suggestivo. Imponente è la visuale sulla parete nord-est del Monte Camicia (con oltre 2000 m di prominenza) e la sottostante zona boscosa.

Il borgo è di oscura origine. Seguì le vicende degli altri centri della Valle Siciliana. Nel XV secolo fu legato al Ducato di Atri, come dimostrato anche da un affresco di Andrea De Litio nella chiesa parrocchiale di San Rocco.

Il feudo divenne famoso nel XVI secolo per l'avvio della produzione delle ceramiche. In questa epoca il borgo, per via di terremoti, fu completamente ricostruito con palazzi barocchi e rinascimentali. La produzione di ceramiche è una tradizione che risale all'inizio del Rinascimento, ma si presume precedente; è divenuta famosa nel mondo per la qualità del design, ma soprattutto per la finezza della decorazione. Tra i maestri principali si annoverarono, Antonio Lollo, i Grue e i Gentili. Al primo si deve un pregevole Giudizio di Paride in manganese con ritocchi di giallo, mentre a Carlo Antonio Grue (1655-1723) si attribuisce lo stile che rese celebre la maiolica di Castelli. Le sue opere raffigurarono prevalentemente temi mitologici o gruppi di cavalieri armati.

È possibile visitare la chiesa di San Giovanni Battista, famosa per la sua pala d'altare in ceramica realizzata nel 1647 da Federico Grue. Il paese ospita inoltre il Museo delle ceramiche nonché l'Istituto d'arte "F. A. Grue". Nel periodo in cui Potito Randi fu preside della Scuola d'arte fu realizzato da insegnanti e allievi uno dei prodotti artistici più interessanti della moderna produzione castellana, il cosiddetto "terzo soffitto della Chiesa di San Donato", poi rinominato il "Terzo cielo".

Anche a Pescara e Loreto Aprutino esistono musei privati che ospitano le preziose ceramiche. Inoltre nel 2009, il Consorzio di Produttori Centro ceramico Castellano ha realizzato le anfore utilizzate nel corso del Viaggio dell'Acqua organizzato in occasione dei XVI Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009.


MONUMENTI E LUOGHI D'INTERESSE

  • Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, una statua lignea della Madonna col Bambino di grande pregio;
  • Chiesa di San Rocco, appena fuori il borgo medievale;
  • Chiesa di San Donato, definita da Carlo Levi la Cappella Sistina della Maiolica, per il soffitto interamente costituito di tavelle decorate a maiolica;
  • Museo della Ceramica, presso l'antico convento francescano fuori il borgo medievale, un unicum dell'arte abruzzese.

EVENTI SAGRE E FESTIVITÁ

Attività nelle vicinanze

Dove dormire nelle vicinanze

Dove mangiare nelle vicinanze